segnalibro lo straniero

Segnalibro con decoupage in cuoio, perline e cubo di cristallo

Lo straniero, Albert Camus
«Quello che mi aspettava, allora, era sempre un sonno leggero e senza sogni. Eppure qualcosa era cambiato perché con l’attesa dell’indomani era la mia cella che ritrovavo. Come se le vie familiari tracciate nel cieli d’estate potessero condurre tanto alle prigioni che ai sonni innocenti».

Both comments and trackbacks are currently closed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *